Siracusa, un viaggio nel tempo

0
39
views

Viaggetto in Sicilia? Tra le città da non perdere c’è sicuramente Siracusa, città sulla costa sud-orientale dell’isola che, per la sua unicità storica-artistica-architettonica, nel 2005 è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. La città venne fondata nell’VIII secolo a.C. da un gruppo di coloni greci provenienti da Corinto e diede i natali a personaggi del calibro di Epicarmo, Archimede e moltissimi altri.

Il mito…

orecchio_di_dionisio-siracusaIl territorio siciliano è ricco di storia che, spesso, trae le sue origini da miti dell’antica Grecia. Un’area che abbonda di storie e leggende è sicuramente quella del siracusano. Il mito più noto a Siracusa è quello della ninfa Aretusa, che dà il nome alla Fonte sull’isola di Ortigia: uno specchio d’acqua, che alimenta il fiume Ciane e sbocca nel Porto Grande. L‘isola di Ortigia costituisce la parte più antica della città di Siracusa. Il suo nome deriva dal greco antico ortyx che significa “quaglia”ed è teatro_greco_-_srcollegata alla terra ferma da due ponti.

Un giorno, il giovane Alfeo si innamorò perdutamente della ninfa Aretusa che non ricambiava il suo amore e rifuggiva quel corteggiamento; finché, stanca dei suoi tentativi, la ninfa chiese aiuto ad Artemide per potergli sfuggire definitivamente. La Dea la avvolse così in una spessa nube, che sciolse in seguito in una fonte, sul lido di Ortigia. Alfeo allora chiese aiuto agli Dei affinché lo trasformassero in un fiume che, nascendo dalla Grecia e percorrendo tutto il Mar Ionio, si potesse unire all’amata.

Continuando con le leggende, la più avvincente è “La leggenda della Pellegrina” (in siciliano, ‘a Piddirina’, e quindi ‘Pillirina’) che narra di una giovane donna che un giorno s’innamorò di un marinaio. Il loro amore era però contrastato dai genitori della donna, che avrebbero preferito per lei un uomo più facoltoso. Nelle notti di luna piena, il marinaio e Pirillina s’incontravano, con il favore delle tenebre, per consumare di nascosto il loro amore, presso una grotta. Ma nelle successive notti, col mare agitato, il marinaio non poté presentarsi all’appuntamento. La giovane donna attese, per diversi giorni, ma il marinaio non apparve più. Disperata, decise di gettarsi in mare per togliersi la vita. Da allora, i marinai raccontano che, nelle notti di luna piena, quando i raggi di luce entrano nella grotta della Pillirina, è possibile vedere una donna che attende il suo amato.

La magia dei luoghi

A Siracusa c’è molto da vedere, per cui non potete assolutamente non visitare: 

L’Orecchio di Dionisio: una grotta artificiale che si trova nell’antica cava di pietra, sotto il Teatro Greco di Siracusa (nella prima foto);

-La Cattedrale della Natività di Maria Santissima: sorge sulla parte elevata dell’isola di Ortigia, in passato un tempio dedicato ad Atena e convertito in chiesa con l’avvento del cristianesimo;

-Il Castello Maniace: uno dei più importanti monumenti del periodo svevo a Siracusa;

-Il Teatro greco: teatro costruito nella sua prima fase nel V secolo a.C., situato all’interno del Parco archeologico della Neapolis, e rifatto nel III secolo a.C. e ancora ritrasformato in epoca romana (nella seconda foto);

-Il museo archeologico regionale Paolo Orsi:uno dei principali musei archeologici d’Europa;

-La Chiesa di Santa Lucia al Sepolcro: patrona di Siracusa (la martire riposa a Venezia);

Infine da non perdere panorami spettacolari,un mare cristallino e spiagge da cartolina!

Cerca qui le migliori offerte per pernottare a Siracusa! 🙂



Booking.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*